Home » News » Luoghi della cultura, oggetti della memoria. Presente e futuro dei patrimoni culturali. Culture and memory, places and objects. Cultural heritage: present and future

Luoghi della cultura, oggetti della memoria. Presente e futuro dei patrimoni culturali. Culture and memory, places and objects. Cultural heritage: present and future

L’Area Beni Culturali dell’Università di Pavia, in collaborazione con il Collegio Borromeo e con il Collegio Ghislieri, organizza dal 13 al 18 settembre 2021 un primo corso di formazione e aggiornamento aperto a tutta la cittadinanza e all’intera comunità accademica dal titolo Luoghi della cultura, oggetti della memoria. Presente e futuro dei patrimoni culturali. /Culture and memory, places and objects. Cultural heritage: present and future (responsabili scientifici: G.F. Lavezzi, Presidente del Centro Manoscritti; P. Mazzarello, Presidente del Sistema Museale; C. Zizza, Delegato del Rettore alle Biblioteche e Archivi).

La finalità dell’incontro è quella di promuovere un approccio consapevole alla cultura materiale del passato antico e recente attraverso indagini e studi condotti con metodologie moderne e con uno sguardo prospettico aperto sul futuro.

Il corso di formazione è rivolto, in particolar modo, agli studenti (universitari e non) per favorire nelle nuove generazioni la coscienza del passato, della propria identità culturale e dei luoghi in cui vivono, ma vuole essere anche una proposta di aggiornamento per il personale dell’Ateneo, non solo docente, e per insegnanti di ogni ordine e grado, nella speranza di poter collaborare a sviluppare azioni di sensibilizzazione della cittadinanza e di promozione dell’enorme patrimonio storico, artistico e culturale presente a Pavia e nel suo territorio.

Sono previste lezioni frontali, aperte a tutti gli interessati e senza necessità di iscrizione, che si terranno di mattina nell’Aula Magna dell’Università e che saranno anche trasmesse su piattaforma Zoom. I laboratori in presenza e le visite itineranti si terranno di pomeriggio e, per esigenze didattiche e di sicurezza, sono riservati a un massimo di 25 partecipanti ed è obbligatoria l’iscrizione. Agli iscritti sarà rilasciato un attestato di partecipazione al termine del corso.

Saranno oggetto di riflessione le problematiche legate alla conservazione, alla prevenzione e alla protezione delle diverse tipologie di oggetti della memoria, compresi quelli di natura digitale.

Per informazioni e per partecipare alle attività pomeridiane in presenza scrivere a formazione.beniculturali@unipv.it.

Programma