Dalla tavolozza allo schermo. Il magico mondo dei colori.

Venerdì 31 marzo, alle ore 18, nell’aula didattica attigua al Museo per la Storia
dell’Università si terrà un incontro dedicato al magico mondo dei colori. Arte e scienza
si intrecceranno in modo da rendere accessibile anche ai meno esperti e ai bambini un
argomento complesso e affascinante.
Si parte da un percorso storico in cui conoscenze scientifiche e suggestioni simboliche si
mescolano nella rappresentazione pittorica. Dai tempi più remoti si pensa che i colori
“appartengano” alle cose. La luce, portata all’interno della cornice dei dipinti, è ritenuta
un semplice strumento di svelamento delle forme e delle immagini, in perenne lotta con
l’ombra. La figura di Newton apre orizzonti sulla natura della luce e dei colori: l’arte
inizia una nuova avventura, non priva di incomprensioni e pregiudizi nei confronti della
scienza. Una visione più moderna e consapevole del fenomeno cromatico maturerà dopo
le esperienze dell’Impressionismo e del Divisionismo italiano, l’incontro con la
fotografia, gli sviluppi dell’ottica, le innovazioni dell’industria e della chimica moderna.
Il lungo viaggio nella storia sarà accompagnato da semplici esperimenti. Ci si soffermerà
sulle basi della sintesi sottrattiva del colore, propria dei pittori, e su quella additiva,
utilizzata nei monitor dei comuni dispositivi elettronici.
L’iniziativa è gratuita e non è necessaria la prenotazione.
Per informazioni 0382984707, museo.storico@unipv.it
Venerdì 31 marzo, ore 18. Aula didattica del Museo per la Storia dell’Università, Strada
Nuova 65. Palazzo centrale dell’Università