Sala Porta

La sala, dedicata a Luigi Porta (1800-1875), ospita preparati e reperti, protocolli di esperienze e cartelle cliniche provenienti dal museo che il chirurgo pavese aveva allestito nella clinica chirurgica dell’Ospedale San Matteo.

Il Museo, passato all’Università nella seconda metà dell’Ottocento e rimasto fino agli anni Trenta del XX secolo all’interno del San Matteo, non seguì l’Ospedale nella nuova sede del Policlinico e venne integralmente acquisito dal neoistituito Museo per la Storia dell’Università.

Sono conservati preparati sperimentali, in gran parte riguardanti il sistema circolatorio, didattici, ad illustrazione di particolari tipi di operazioni e patologici, a dimostrazione di come una patologia d’organo in stadi molto avanzati possa modificarne profondamente la forma, la struttura e i rapporti anatomici.